Storia

L’Anzolavino Calcio nasce nell’estate del 2001 dalla fusione tra l’Anzola Calcio e il Lavino Calcio le cui origini risalgono rispettivamente dal 1963 e 1973.

La nuova società porta a compimento un processo di integrazione iniziato qualche anno prima e il nome Anzolavino intende rappresentare una lunga e diversificata tradizione calcistica ed insieme il Paese intero.

L’Anzolavino Calcio è nata dunque come elemento “nuovo” che va oltre l’esistente ed ha un obiettivo fondamentale: quello di sintetizzare la solidità, la dinamicità, la capacità e la coesione del paese che rappresenta.

La traduzione di questo impegno vuole produrre un progetto che tenda ad essere patrimonio di tutta la comunità, in una logica di integrazione e collaborazione con le altre componenti del mondo sportivo, le istituzioni, i soggetti economici che in questo territorio operano.

Lavoriamo e lavoreremo nel segno dell’apertura sul piano degli assetti dirigenziali e della valorizzazione delle risorse locali, con la voglia di dimostrare che l’Anzolavino sa e può competere, dal settore giovanile alla prima squadra, ad alti livelli di qualità, con intelligenza, progettualità, responsabilità. Lontani da pericolose quanto futili avventure. Senza presunzione, ma con tenacia e convinzione.

Con i piedi ben piantati in terra vogliamo crescere, cercando di meritare la fiducia della gente di Anzola dell’Emilia e per questo abbiamo bisogno di tutti: di tutti coloro i quali hanno a cuore il nostro paese, la sua immagine, i suoi giovani.

Obiettivi strategici della Società

  • Valorizzare e potenziare l’attività del settore giovanile, definendo un percorso didattico e formativo, rispettando le finalità sociale e, gradualmente, puntando ad una crescita qualitativa, anche investendo su giovani “esterni”.
  • Costruire la prima squadra su una struttura portante “locale”, puntando su giovani motivati e comunque su giocatori che condividono gli obiettivi della società
  • Nella individuazione dei “fuori quota” da inserire nella rosa della prima squadra dare priorità ai giocatori provenienti dal settore giovanile interno
  • Ampliare la partecipazione all’attività della società, ottimizzando l’organigramma societario e tutelando la radice locale della titolarità
  • Sviluppare rapporti di collaborazione con le società limitrofe

Finalità

Valorizzare il settore giovanile (giocatori e tecnici)

  • Dare una filosofia omogenea ed una chiara impronta formativa all’attività del settore giovanile
  • Consentire la massima maturazione individuale e calcistica dei ragazzi
  • Costruire giocatori utili alla prima squadra, e comunque completi e proponibili nelle categorie maggiori